Corso di aiuto cuoco

Richiedenti asilo preparano i pasti durante il laboratorio di cucina

Per rispondere al flusso migratorio degli ultimi anni Caritas di Como e le Acli di Como hanno promosso una rete di accoglienza il cui obbiettivo è quello di offrire servizi volti all’integrazione dei richiedenti protezione internazionale.

l periodo di permanenza dei richiedenti asilo, supera tipicamente l’anno e mezzo e durante questo lungo periodo di permanenza diventa fondamentale saper offrire anche momenti di formazione professionale al fine di accrescere le competenze individuali nell’ambito del reinserimento sociale.

Nell’arco del 2015 sono stati organizzati corsi di panetteria, agricoltura e manutenzione del verde, aiutocuoco e falegnameria; per un totale di 8 corsi e 83 partecipanti.

A partire dal 2016 sono stati attivati 6 corsi di formazione professionale in diversi ambiti: aiutocuoco, imbiancatura, agricoltura e manutenzione del verde, sartoria e cameriere di sala e bar a cui hanno partecipato 69 persone.

CORSO DI AIUTO CUOCO PER RICHIEDENTI ASILO:

Il corso di aiutocuoco per richiedenti asilo è stato organizzato con la collaborazione congiunta di Piccola Casa Federico Ozanam e della Cooperativa Solco.

All’interno dei locali cucina di Casa Ozanam 15 richiedenti asilo provenienti da Senegal, Mali, Nigeria, Gambia, Costa d’Avorio, Ghana e Pakistan hanno partecipato al corso della durata complessiva di 80 ore. I pasti preparati con l’aiuto dei cuochi dell’associazione Cuochi di Como sono stati poi consumati presso il refettorio di Casa Ozanam dagli ospiti della struttura e dagli stessi richiedenti asilo.

IL FONDAMENTALE CONTRIBUTO DELL’ASSOCIAZIONE CUOCHI DI COMO

L’Associazione Cuochi di Como da sempre molto attenta in ambito sociale ha dato il suo contributo fondamentale per la riuscita del corso mettendo a disposizione i cuochi che potessero trasferire le competenze ai richiedenti asilo.